POLITICA DEL SGPC DI LEGANCE

Il presente documento descrive la politica di Legance relativamente al Sistema di Gestione per la Prevenzione della Corruzione (SGPC), in conformità allo standard ISO 37001:2016.

  • Legance vieta la corruzione in ogni sua forma (ad es. richieste o accettazioni di tangenti da parte del Personale, dei Professionisti o da parte di chiunque operi per conto di Legance) e incoraggia la segnalazione di circostanze che possano risultare sospette, purché la segnalazione avvenga in buona fede o sulla base di una convinzione ragionevole del segnalante e, comunque, in via confidenziale, senza timore di ritorsioni.
  • Il Comitato di Gestione, in rappresentanza di Legance, ha individuato i Risk Owners e le interfacce per le tematiche di prevenzione della corruzione (Comitato SGPC e RFPC). I Risk Owners riporteranno al Comitato di Gestione sugli andamenti e sullo stato della sicurezza delle informazioni con cadenza semestrale.
  • Il mancato rispetto della presente politica comporterà delle sanzioni disciplinari che verranno stabilite di volta in volta dal Comitato di Gestione.
  • Legance ha definito gli obiettivi per la prevenzione della corruzione (in un apposito documento) che vengono aggiornati quando necessario. Ciascun Risk Owner è responsabile verso il Comitato di Gestione del loro monitoraggio e della rilevazione di eventuali anomalie rispetto a quanto predisposto.
  • Legance predispone, con frequenza annuale, programmi di formazione e/o audit interni per mezzo dei quali assicura il controllo del proprio SGPC.
  • Legance si impegna al rispetto delle leggi e direttive in materia di anticorruzione.
  • I Partner, i Risk Owner e tutti i Professionisti e il Personale in generale sono attenti ad assicurare il miglioramento continuo del SGPC per mezzo della misurazione delle prestazioni, degli audit interni, del riesame.

La presente politica è comunicata all’interno di Legance per mezzo di apposite sessioni formative e comunicazioni da parte dei Partner e dei Risk Owner.

La politica può essere comunicata all’esterno (stampa, fornitori, autorità ecc.) ma solo dopo parere positivo da parte del Comitato di Gestione.

La politica e tutti i documenti ad essa collegati vengono riesaminati periodicamente per assicurarne la continua adeguatezza ed idoneità.